Un saluto a tutti da HIKE, dopo aver parlato in un articolo precedente dell’abbigliamento e delle sue caratteristiche cercando di darvi qualche consiglio per iniziare a fare il vostro equipaggiamento per camminare, in questo articolo vado a parlare, per quello che so e per la mia esperienza, di cosa mettere ai piedi per affrontare le nostre Escursioni.

Vi anticipo che non vi parlero’ di marche o vi consigliero’ un modello preciso ma cerchero’ di riportare le mie conoscenze sia escursionistiche che fisioterapiche e da Prof di Educazione Fisica riguardo questo mondo molto delicato e che spessissimo ci crea gravi problemi, ma che purtroppo non e’ cosi facile da affrontare e non e’ facile dare un consiglio mirato tipo :

vai compra quel modello e’ il tuo !!!

si si lo so io, fidati prendi quelle … sono le meglio !!!

non ti preoccupare le ho provate, sono stupende io ci sto da Dio !!!

… ovvio dobbiamo ascoltare quello che i nostri amici hanno da dirci o consigliarci ma come riguardo altri ambiti dobbiamo scegliere da soli, magari seguendo una logica e giusta… e’ proprio questo che vorrei darvi in questo articolo, le nozioni per poter scegliere da soli le vostre scarpe o cmq sbagliare o fare la scelta giusta con cognizione di causa …

Un po’ di storia …

L’uomo ha iniziato ad indossare scarpe circa 26000 anni fa nel Paleolitoco Superiore ma non faro’ il bravo con date e nozioni, quello che c’e’ invece di interessante che hanno visto gli antropologi, e’ che da quel periodo le dita dell’animale Uomo hanno iniziato ad essere piu’ deboli e piu’ piccole dato dal fatto che qualsiasi cosa avessero ai piedi ne limitava la funzionalita’ ed il suo utilizzo. Questo e’ un dato importante da conoscitore del corpo e del suo movimento mi viene da sottolineare che SIAMO NATI PER MUOVERSI e di conseguenza tutto quello che e’ inattivita’ e’ deleteria per noi…

Le Prime scarpe ritrovate sono state in Armenia, in una grotta parte di un corredo sepolcraledi circa 7000 anni fa’ appartenenti a due donne, realizzate con Pelle di Bue e imbottite di erba secca.

In Italia la scarpa piu’ antica ritrovata e’ quella di OTZI, il Camminatore di 5300 anni fa il cui corpo e’ stato ritrovato in un ghiacciao del Tirolo nel ‘1991. Erano costruite in modo fantastico con pelle di Cervo e Vitello per la Tomaia e Pelle d’Orso per la suola, invece le stringhe erano fatte di Rafia

… ma come sono fatte le scarpe ???

Le scarpe oggi sono molto complesse e hanno parti studiate nei minimi dettagli.

In breve troviamo una TOMAIA, tessuti sintetici e pelli trattate, chiuse piu’ indicate per condizioni invernali o piovose, aperte adatte ai climi asciutti ed estivi. Una FODERA interna che serve a contenere con lo strato esterno della tomaia i materiali impermeabili e traspiranti qualo Gore-Tex , OutDry o simili. Una SOLETTA dove appoggia il piede, il plantare via, cosi’ importante per tutti coloro che hanno caratteristiche particoli di appoggio, utile in questo caso una valutazione specifica con Podologo. Troviamo anche particolari INSERTI che servono a stabilizzare meglio il piede o strati intermedi sotto la soletta. Importantissima la SUOLA ESTERNA che con le sue diverse caratterichiche ne determina la tenuta, la durata e le specifiche tecniche di adattabilita’ ai vari terreni, un po come le gomme nelle macchine o nelle moto. Per concludere i Lacci, da non sottovalutare perche’ la loro rottura puo’ rendere inutilizzabili le scarpe durante una escursione e quindi ci “lasciano a piedi”.

… ma quale modello compro ?

Bella domanda, ma d’altronde son qui proprio per questo, per aiutarvi a scegliere. Come per quanto riguarda per l’abbigliamento abbiamo visto tanti articoli che possono essere utili a seconda della escursione che andiamo a affrontare oppure dei vari periodi stagionali.

LA SCARPA UNIVERSALE ADATTA A TUTTI ED A TUTTE LE CONDIZIONI NON ESISTE !!!

E’ una Verita’… non possiamo trovare un modello che va bene sempre, ma possiamo trovare un modello che e’ adatto a noi, al tipo di escursioni che siamo soliti affrontare o alle stagioni in cui camminiamo piu’ di frequente, se invece facciamo hike tutto l’anno in terreni diverse con meteo diverse avremo bisogno di piu’ modelli, non c’e’ altra soluzione, un po’ come abbiamo bisogno di diversi tipo di abbigliamento…

Ma vediamo intanto i modelli che possiamo trovare e poi vi dico come mi muoverei se sono un principiante o un esperto in modo trovare la “scarpa per il nostro piede”…

Troverete delle foto prese da internet per farvi vedere i modelli e quindi anche la marca di cui non voglio parlare quindi vi elenco di seguito tutte quelle al top : Aku, Scarpa, Garmond, Dolomite, La Sportiva, Tecnica Salomon, Gronell, Trezeta, Salewa, Lowa, Merrel, Zamberlan o Montura.

Scarpa bassa da Trail / Corsa in montagna

Come vedete sono Basse e non troppo strutturate, hanno una durata limitata nel tempo e ci sono vari modelli piu’ o meno impermeabili. Sono adatte a noi Escursionisti quelle piu’ strutturate ed impermeabili, le possiamo usare su tanti Hike.

Scarponi da Trek “Media Altezza

Scarpa strutturata impermeabile, suola con tenuta importante, buona tenuta della stabilita’ caviglie, adatte a gran parte degli HIKE ma non troppo impegnative per i principianti …

Scarponi Alti

Scarponi Alti impermeabili, ottima tenuta per le caviglie adatte in condizioni di fango/neve/ situazioni piu’ estreme, non semplici x principianti o per chi camminara saltuariamente.

Sandali da Trekking

I sandali da Trek sono una novita’ e li trovo adatti per tutte quelle escursioni estive magari in ambienti non pericolosi ma da valutare bene cmq, sentieri lungo pinete o batutti, non sconnessi e non troppo lunghi visto che siamo senza calzini.

e poi i CALZINI EH !!!

… non posso lasciare perdere e non parlare dei calzini, DETERMINANTI… dedichiamo qualche euro a oggetti tecnic e buoni, hanno una buona durata, quindi soldi spesi bene …

CONSIGLIO : se abbiamo gia’ tutti questi modelli TOP, ma se siamo alle prime esperienze e non so ancora se l’escursionismo sara’ la mia passione comprerei un modello di Scarpa da Trek Media Impermeabili, in modo da usarle sempre estate e inverno su percorsi piu’ o meno difficili, poi con il tempo scegliero’ e mi prendero’ anche modelli piu’ semplici o piu’ strutturati da poter alternare a seconda dell Esigenza…

SEGUIAMO QUESTE REGOLE PER COMPRARE LE NOSTRE SCARPE DA TREK :

  • Prova sempre le scarpe, non prenderle su internet senza aver provato in negozio, provale entrambe ( i piedi non sono identici, potrebbe variare il numero addirittura in quel caso numero sopra), comminaci un po’, addirittura certo negozi super hanno uno spazio dedicato con sassi, pietre etc prova scendere le scale, fai qualche scattino e fermati di colpo come una frenata via…
  • Vai a provare le scarpe nel tardo pomeriggio, normalmentte abbiamo piedi piu’ gonfi, ed ascolta sempre le tue sensazioni, non farti condizionare dalla marca o da quello che sai su quella scarpa per sentito dire …
  • Prova le scarpe ben allacciate, il tallone deve essere ben fermo, deve rimanere un po di spazio tra le dita del piede e devono potersi muovere in alto in basso.
  • Nel Dubbio sempre un Numero in piu’, che mezzo in meno, si puo’ sempre mettere un calzino piu’ spesso ma non tagliarsi un pezzo di piede o accorciare le dita…
  • Dopo acquistate a casa non togliere etichetta e provale in casa per un po’, ultimo tentativo per evitare di non poterle cambiare piu’.
  • La Scarpa deve adattarsi al Piede e non sara’ mai il piede che dovra. adattarsi alla scarpa, mi raccomando questo e’ importante… non pensate “eh vabbe’ ma col il tempo se ora ci sto male si adatta”… questo e’ di sicuro uno sbaglio di partenza importante quindi Occhio !!!

In conclusione le scarpe sono veramente importanti e dopo una fase iniziale di avvicinamento a questo mondo consiglio di fare una spesa importante su questo articolo, indispensabele per i nostri HIKE. Un altro consiglio che mi viene da darvi e’ quello di non tenere le scarpe comprate troppo nell’armadio, mi capita spesso purtroppo di dover intervenire come nelle foto che vedete sopra per colpa delle suole che si scollano, io sono attrezzato e ho le capacita’ per poter provare a far arrivare in fondo alle escursioni i miei hikers anche con suole scollate…

BUON CAMMINO A TUTTI !!!

CAMMINARE SCOPRENDO